Diario di bordo

Il blog con gli interventi giornalieri dell'equipaggio.

CASTELLO ARAGONESE MARE AZZURRO

Mercoledì, 30 Maggio 2012.

da Brindisi a Otranto

Quella di Brindisi è stata una tappa molto particolare. Gli amici della Lega Navale di questa sezione sono stati impeccabili nell'organizzazione, ed il Presidente Costanzo Mardighian si è adoperato molto per coinvolgere nonostante tutto anche le autorità cittadine. Dicevo nonostante tutto perchè l'attentato alla scuola dove ha trovato la morte una giovane studentessa incombe ancora sull'intera città ed in generale in tutto il Paese. Non ci sono parole per commentare una giovane vittima innocente, ed un gesto tanto vile.

L’abbraccio di Padova a Brindisi

Venerdì, 25 Maggio 2012.

Un giro per la vita nell’aula di Melissa

A Brindisi la solidarietà e l’amicizia di Padova, dopo l’attentato che ha scosso la comunità pugliese, è giunta da un insolito ambasciatore: “Un giro per la vita”.

copyright of and credit to Eleanor Marriott

LA SELVA ED IL MARE

Venerdì, 25 Maggio 2012.

da Bari a Brindisi

Dove la piatta linea costiera di innalza in un altopiano formato da colline dalle cime sferiche, comincia la "selva", come la chiamano da queste parti. Sono in navigazione da Bari verso Brindisi e Simone, amico cannottiere del CUS di Bari dove abbiamo fatto tappa, è a bordo con me sulla Sly 42 fUN. Vento da ovest e mare tranquillo, comincia bene la veleggiata a dispetto delle previsioni di piovaschi e venti leggeri.

La terra è a circa tre miglia ed il caos e rumore sono lontani anni luce.

COLLINE DI AGRUMI E SCOGLIERE A PICCO

Lunedì, 21 Maggio 2012.

in rotta verso Bari

La burrasca che ci ha colpito finchè eravamo in marina è passata.

Il mare grosso continua a martoriare la costa del Gragano a tratti sabbiosa, ma per buona parte ricca di spettacolari scoglere. Il cielo mattutino ha un rassicurante colore turchese mentre ossevo all'uscita del bel marina di Rodi Garganico il frangere delle onde che non hanno più la spinta del vento. Ora dopo ora i cavalloni si fanno più miti e noi usciamo per dirigerci verso Bari.

ALBA IN MARE

Giovedì, 17 Maggio 2012.

in rotta verso Rodi Garganico

Dopo una tranquilla navigazione notturna, movimentata solo dal traffico dei pescherecci che dopo alcuni giorni di pausa forzata dovuta al cattivo tempo sono tornati in mare, i primi chiarori dell'alba illuminano alle nostre spalle le montagne dell'Abruzzo che ci salutano

 

BURRASCA IN AGGUATO

Giovedì, 17 Maggio 2012.

Da Pescara a Rodi Garganico

Per tanti anni ho dovuto prendere decisioni se e quando salpare. Molti anni ancora non potevo scegliere quando partire perchè le date erano prefissate e rigide.
Pensando a questo giro d'Italia ho cercato di pianificare le tappe ed i tempi con un margine di elasticità per recuperare le giornate di ferma a causa delle burrasche.

VIAGGIO A META'

Giovedì, 17 Maggio 2012.

da Pescara a Termoli

VIAGGIO A META'
Come spesso accade quando ci si confronta con la natura, i programmi stabiliti a tavolino devono essere rivisti.
Dopo aver rispettato alla perfezione il calendario delle tappe, a Pescara abbiamo dovuto fare una sosta prolungata a causa del cattivo tempo.

CIME INNEVATE MARE CALMO

Domenica, 13 Maggio 2012.

in rotta verso Pescara

Il bello della navigazione sotto costa è quello che ci si può soffermare a contemplare il panorama offerto dalla terra che si affaccia sul mare. Per me, che ho navigato prevalentemente negli oceani e costeggiato basse isole tropicali, questa parte di navigazione adriatica mi ha riservato sorprese positive che hanno supplito alla scarsa attrattiva offerta dal mare. Le sfumature di blu delle lagune coralline che hanno riempito i miei occhi e arricchito le giornate, quì non esistono. Le bellezze arrivano osservando la costa, e non finiscono mai di meravigliare anche un viaggiatore smaliziato come me. 

Dicono di noi in Rete - 2

Domenica, 13 Maggio 2012.

come la rete presenta la nostra iniziativa

 La navigazione in internet  si fa sempre più interessante:

 

http://www.primonumero.it/attualita/news/1336816735_termoli-vela-un-giro-per-la-vita-fa-tappa-al-porto-turistico.html

 http://nuovistilidivita.corrieredelveneto.corriere.it/2012/05/12/un-giro-per-la-vita-cinghiali-e-vicoli-stretti/

 http://www.pagineabruzzo.it/notizie/news/Pescara/51262/_un_giro_per_la_vita_primo_giro_d_italia_ecologico_in_barca_a_vela_e.html

 http://www.vivereancona.it/index.php?page=articolo&articolo_id=350998

 http://www.civitanews.it/2012/04/21/un-giro-per-la-vita-primo-giro-ditalia-ecologico-in-barca-a-vela/

 http://www.eventiinabruzzo.it/calendario-feste/icalrepeat.detail/2012/05/12/1060/26|27|38|39|44|46|47|28|52|29|42|43|30|36|37|45|49|55|56|50|32|40|41/un-giro-per-la-vita-primo-giro-d-italia-ecologico-in-barca-a-vela-e-porsche-ibrida.html

 http://www.megamodo.com/2012127570-un-giro-per-la-vita-fara-tappa-per-tre-giorni-a-pescara/

 http://www.lindiscreto.it/cronaca-ancona/10778-ancona-staffetta-alimentare-a-qun-giro-per-la-vitaq

http://www.megamodo.com/2012126858-un-giro-per-la-vita-2012-a-rimini/

http://www.farevela.net/2012/05/02/10239/

http://www.romagnalive.com/NotizieRomagna/72/P_6443/giro-vit-rimini.aspx

http://www.motoriplus.it/?p=194

http://www.viaggiinbenessere.it/2012/05/07052012-un-giro-per-la-vita-2012-e-porsche-italia-in-giro-per-la-penisola-con-un-equipaggio-di-esperti-e-giornalisti/

http://www.mega-viaggi.it/notizie-viaggi/arriva-a-rimini-un-giro-per-la-vita-primo-giro-ditalia-ecologico-925/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=arriva-a-rimini-un-giro-per-la-vita-primo-giro-ditalia-ecologico

http://www.wwfrovigo.it/news/un-giro-per-la-vita-tori-e-saline-corriere-della-sera-blog/

http://ultimoranotizie.it/2012/05/04/un-giro-per-la-vita-2012-a-rimini/

http://www.youtube.com/user/twindolphinscatamara

http://www.riminibeach.it/notizie/rimini-primo-giro-vela-ecologico

L'Abruzzo si conferma gentile

Sabato, 12 Maggio 2012.

Arrivo al Marina di Pescara

Mentre navighiamo verso Pescara, dal largo la Maiella ben visibile ci indica la rotta da seguire.

 

ESTETICA MARCHIGIANA

Venerdì, 11 Maggio 2012.

in navigazione verso San Benedetto del Tronto

La navigazione verso San Benedetto del Tronto trascorre veloce grazie alla piacevole costa che si affaccia al mare.


Laciando la bella Ancona ed i cari amici che vi abitano, prima di tutto incontriamo il Conero, che possente e sornione, affascina con la sua vegetazione smeraldina che copre roccia bianca di un promontorio già visibile a parecchie decina di miglia.


Scopro calette affascinanti e spiagge invitanti. Sembra un luogo lontano dall'Adriatico, e mentre penso a quale angolo di mondo accostarlo, vedo due faraglioni bianchi che si innalzano dal mare. 

UMORI DEL TEMPO

Martedì, 08 Maggio 2012.

in rotta verso Ancona

Pioggia fine che cade da un opprimente cielo bigio. Più sotto, trenini di bianche nubi corrono verso il mare che sembra una lastra di vetro tanto è fermo.
Sono le otto del mattino e la coperta in tek della Sly 42 fun è mitragliata dalle incessanti gocce che non accennano a placarsi.
Intorno, il silenzio cimiteriale della Marina di Rimini completa l'atmosfera desolante del sette di maggio che assomiglia più ad una giornata di fine novembre.
Con calma scivoliamo tra le bricole e ragguingiamo il canale che sfocia sull'Adriatico.
Indosso la cerata che speravo di avere archiviato ed invidio l'amico Roberto Brumat che compierà il viaggio a bordo della comoda Porsche s hybrid.



Ravenna - Rimini

Sabato, 05 Maggio 2012.

una tappa romagnola

Come sempre accade nella vita, gli elementi si compensano. E dopo una giornata di vela strepitosa, oggi abbiamo avuto una veleggiata mediocre con vento leggero in faccia.
Il mare tranquillo ci ha permesso di seguire altre faccende che sono più da ufficio che di mare.
Ecco quindi rispondere a 56 mail, filmare, fotografare e telefonare......il tutto costeggiando la sabbiosa costa romagnola intasata da coltivazioni di vongole e piattaforme petrolifere.

Su le vele.

Giovedì, 03 Maggio 2012.

da Choggi a Marina di Ravenna

La darsena le saline di Chioggia con il ben curato prato verde che dall'antico fabbricato restaurto degrada verso il pontile centrale dove eravamo attraccati,
si allontana a poppa.

Alcuni pescherecci rientrano mentre il cielo terso del primo mattino assume il colore intenso come solo la primavera mediterranea riesce ad
interpretare.

In collaborazione con: